Crea sito

lucas_s beck_s
Lucas 
Heat ~ Spark ~ Grow ~ Glide
Beck
Gengar ~ Froslass ~ Umbreon ~ Squirtle
Domenica, 13 Aprile 2014 20:12

One Piece: #744 ~ Capo di Stato Maggiore dell'Armata Rivoluzionaria

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)



Ben tornati all'appuntamento con il Lucas Corner inerente ai Capitoli di One Piece.
Mercoledì scorso, Oda-San ha deciso di deliziarci con il numero 744, altro grandissimo capitolo che lascerà a bocca aperta molti lettori.

                                   
ATTENZIONE, SPOILER!

Se non hai ancora letto il Capitolo di invitiamo a non proseguire oltre, dato che potresti assimilare diverse informazioni che una volta lette ti rovinerebbero la trama della storia.

Al termine della mia ultima riflessione, vi avevo lasciato con una piccola teoria sulle sorti del nostro fenicottero.
Purtroppo, questa si è rivelata in parte falsa poiché Law non aveva affatto scambiato il suo cuore con quello del sovrano di Dressrosa.
Ho scritto in parte, perché, a mio avviso, la Room del chirurgo rimane ancora un'ipotesi plausibilissima.

Partiamo, comunque, all'analisi del capitolo. Per esattezza con la copertina, che mi ha da subito lasciato sconcertato.




Come scusa? Prima tutti i Mugiwara, poi Bibi e Karl (che lo sono ad honorem) ed ora Kuzan? Che significa?
Ho chiesto pareri a diverse Pagine Facebook, e devo dire che i pareri sono discordanti. Alcuni pensano che le cover siano puramente a richiesta, e che comprenderanno, pian piano, molti personaggi principali. Altri sposano il mio pensiero, e cioè che l'ex ammiraglio della Marina sia un alleato della Ciurma di Cappello di Paglia. Chi ha visto One Piece Z avrà avuto la mia stessa supposizione, dato che nel film lo stesso Aokiji aiuta i nostri eroi.
In fondo non è nemmeno così assurdo che, prima o poi, il forte fruttato decida di allearsi con qualche flotta. Insistenti voci lo associano a Teach, ma io ci credo poco, dato che il gruppo di cui dispone Barbanera è già fortissimo così. Figurarsi con Kuzan.

Il nostro mangaka preferito sta attraversando una fase veramente positiva, a livello di trama e colpi di scena.
Era un sacco che i capitoli non erano così attesi, sentiti e pieni di emozioni. Se poi Oda ama concludere il capitolo con la sorpresa grossa, questa volta decide di cambiare e di piazzare subito un evento che di fatto segna (e non di poco) quasi tutta la trama del manga.
"Lucy" ha distrutto il ring, il livello dell'acqua si sta abbassando e i gladiatori sono increduli di quanto succede. In tutta l'arena regna il chaos, mentre gli spettatori fuggono impauriti dall tribune. Il nostro guerriero però è il più attivo di tutti e si fionda a massima velocità su un pesce combattente di nostra conoscenza.
Ebbene sì, il Frutto Foco-Foco ormai ha un padrone.
Lo speaker annuncia che il grande torneo è ormai giunto alla sua conclusione. Proprio in questo momento, Oda-san decide che è ora di impazzire e permettere a "quellochepensiamoessereSabo" di mordere il prestigioso Frutto del Diavolo ed ereditare un prezioso e fortissimo potere.
Ace ora è tornato a vivere.


Non vi metto una sola striscia, ma tutta la pagina perché è giusto che anche voi possiate cogliere l'essenza del momento senza dover andare a cercare nuovamente il capitolo.
Lo ammetto, sono sono mai stato un fan di Ace, ma il suo potere è forte forte. Dopo aver visto la potenza di questo ragazzo, speravo che un Frutto l'avesse già mangiato, con chissà quali poteri associati. E invece no, dato che decide bene di mordere quello che racchiude in sé una delle capacità più temibili di quelle viste fino ad ora.
"Lucy" afferra Rebecca, come visto negli spoiler di qualche giorno prima, e fugge dallo stadio. Si vede Bartolomeo chiedere al "Sempai" di aiutarlo a fuggire, mentre il guerriero perde i vestiti che lo avevano accompagnato durante tutta la competizione.

Pensate sia finita qui, vero? Che l'epicità abbia già raggiunto livelli inimmaginabili prima d'ora e che nulla potrebbe stupirvi più di così?
Sbagliate di grosso.
Diamante riconosce il giovane, capendo, non si sa in che modo, che appartiene ai Rivoluzionari, mentre il ragazzo nomina Ace e gli dice che prenderà in prestito la sua tecnica.
Sì, vabbè, sarà forte, ma utilizzare il famoso "Pugno di Fuoco" dopo nemmeno una manciata di minuti dall'aver acquisito il potere del Foco Foco?
"Impossibile", ho pensato io.


Se al posto della faccia dei soldati avessero messo la mia, non sarebbe cambiato nulla.

Ci spostiamo ora nel Porto Commerciale Sotterraneo, dove Trebol e Sugar sono stati sconfitti (incredibile) da Usopp.
I Tontatta sono impegnati nel salvataggio dell'eroe che ha determinato il successo del Piano SOP, mentre Trebol prova ad impedire la loro fuga.
Fortunatamente (e finalmente!) interviene Nico Robin, che con un "muro di mani" protegge l'alleato.
Ma è proprio ora che si verifica una delle scene più belle, secondo me, di One Piece.
Arriva un gigante, Hajrudin, che era stato trasformato in giocattolo da Sugar dopo la sconfitta (per mano di Rufy) nel Torneo di Dressrosa e dice di prendere in prestito il cecchino dei Mugi quel qualche secondo.
Dopo una riflessione sugli schiavi che sono rimasti trasformati per oltre 10 anni, e su quanto anche lui avrebbe potuto rimanere in quello stato senza l'aiuto del Mugi, il nostro discendente di Erbaf decide di creare una nuova religione, aiutato anche dal crollo provocato dal "rivoluzionario senza nome", che riempie di luce il nostro cecchino (che, a proposito, conferma avere una certa affinità con personaggi di enormi o piccolissime dimensioni) come se fosse stato benedetto.



Incredibile quello che succede: Usopp con pochi respiri riesce a pronunciare "Io... Vi... Gui... Derò".
O almeno, questo capiscono tutti i presenti, prendendo il giovane di Shirop come un condottiero.
In realtà, le parole pronunciate dal cecchino sono state "Lasciami! Dannazione! Non vi accorgete di quanto stia sanguindando? Devo fare qualcosa o mori!"
La comicità, ma anche l'epicità, in questa scena abbondano, riportandoci alla memoria l'ormai famoso Capitano Bagy, eroe di Marineford.
Ma non solo, perché le prime bugie di Usopp, quelle in cui dichiarava di essere a capo di una temibile ciurma di oltre 8.000 uomini, sembrano diventare quasi realtà. Oda dimostra di non lasciare al fato nulla, e che ogni frase pronunciata dai personaggi è studiata appositamente per essere collegata a qualche elemento futuro (o al limite creare un dettaglio che verrà poi ripescato).
Qualche ex prigioniero lo chiama addirittura "Dio", proprio mentre Diamante, Burgess (che, a proposito, perché si trova sull'isola? Se il Maestro aveva in mente di far vincere a Sabo il Foco Foco non avrebbe mai inserito a caso uno della ciurma di Teach) e tutti gli altri arrivano nel Porto.

E' proprio qui che i dubbi (pochi, a dire il vero) che ci accompagnano da mesi sono risolti.
Sì, è proprio Sabo, il "fratello" di Rufy ed Ace "creduto" morto da ormai una vita.
Le sue prime parole a volto scoperto non sono proprio banali, dato che prevede che il fratellino dal Cappello di Paglia sarà il prossimo Re dei Pirati e che rivela di far parte dei Rivoluzionari assieme a Koala e a Hack, ormai tornato al suo stato normale.


Appena l'ho visto ho pensato: "Oh, ma questo è Shanks!". E devo dire che più lo guardo e più me ne convinco!
Ma dubito che tra i due ci sia una parentela, sarebbe assurdo, anche a livello temporale.
Poi leggo meglio, e nella presentazione c'è proprio scritto "Capo di Stato Maggiore dell'Armata Rivoluzionaria", cioè numero due dell'intera organizzazione. Se pensiamo che il numero uno è Dragon, il nostro amico deve essere davvero un elemento quasi imbattibile. Con i poteri Rogia del Foco Foco, poi. Significa che prima dell'acquisizione di questo nuovo potere, Sabo fosse già molto più forte di Orso o Iva, altri Rivoluzionari incontrati in precedenza.

Sabo si presenta nei suoi classici vestiti, elegante proprio come quando era un bambino.
Compare una vignetta, in cui due uomini mascherati e sottoposti di Do Flamingo, riconoscono il rivoluzionario (di nuovo? Ma lo conoscono tutti?) e si preoccupano della piega che la situazione sta prendendo.
Viene rivelato che il motivo della presenza dell'esercito è quella di recuperare diversi soldati mandati in missione negli anni e scomparsi, e fermare la produzione delle armi che Dofla sta commerciando da tantissimo tempo.

Torniamo a Palazzo Reale, dove Kyros continua a dimostrare la sua potenza distruggendo chiunque stia dalla parte del flottaro.
Anche Buffalo, che a dir la verità non si è mai dimostrato irresistibile, viene sconfitto con facilità dal gladiatore.
Finalmente anche Rufy entra in scena, e prova a salvare Law. Violet consegna a Cappello di Paglia le chiavi delle manette di "Agalmatolite" dell'alleato dei Mugiwara e il nostro Capitano dichiara che è difficile riuscire a liberare l'amico (che minaccia di uccidere il pirata di gomma, nel caso lo aiutasse a fuggire) senza toccare le manette.
Eppure non sarebbe la prima volta che Rufy, nonostante sapesse benissimo che toccando l'oggetto avrebbe perso i poteri, se ne fosse fregato altamente, cercando di sfruttare la sua forza sovrumana per risolvere la situazione. Come ad Alabasta, quando fu imprigionato da Crocodile.
Perché sottolineare l'Agalmatolite proprio quando non possiamo sapere l'effettivo materiale di costruzione delle manette?
Rimango dell'idea che Do Flamingo sia vivo, e sia sopravvissuto per merito di Law.
I miei sospetti sulla non-sconfitta di Mingo (e direi che nessuno pensasse veramente alla sua morte) vengono allontanati quando Pica fa il suo trionfale ingresso sul campo di battaglia, raccogliendo la testa mozzata del suo capo.
Lo stupore regna sovrano tra tutti i presenti, anche se ancora una volta la reazione di Trafalgar non ci viene mostrata per chissà quale motivo.
Poi, un capitolo di tale bellezza, viene chiuso con fretta e lasciando mille interrogativi nelle nostre menti.


Gabbia per Uccelli? Ma di cosa stiamo parlando? Perché Law è tanto spaventato da quanto successo?
Una risposta possibile, è data dalla vignetta che vi riporto, presa da qualche capitolo più indietro e che rafforza la mia teoria sulla Room del chirurgo.
Infatti, Trafalgar stesso dice che gli piacerebbe veder morire il Drago Celeste, ma che è ben più importante terminare ciò che successe 13 anni prima. Poi, quella scritta "Quel profondo legame..." non può non farci venire in mente Kora-san, l'uomo nominato da Law subito dopo essere stato sconfitto proprio da Do Flamingo.
Possibile che, proprio il vecchio amico del Capitano dei Pirati di Cuori (altro nome non casuale, soprattutto se pensiamo al fatto che i semi delle carte ricoprono un ruolo fondamentale in questa saga) sia stato sconfitto dal flottaro utilizzando questa tecnica?
Magari Kora è ancora prigioniero all'interno di questa "gabbia", e la morte di Mingo non avrebbe mai più permesso a Law di rivederlo.
Non lo so, è difficile fare teorie su un personaggio il cui nome è stato citato una sola volta.

Concludo queste riflessioni ricordandovi che la prossima settimana ci sarà pausa, e che il capitolo successivo lo leggeremo solo il 23 di Aprile.
Dieci giorni, riusciremo a resistere?

Vi ricordo che, se volete leggere questo o altri capitoli di One Piece, sul sito dei Lupi Team potrete trovate tutto quello che cercate. 

Letto 895 volte Ultima modifica il Domenica, 13 Aprile 2014 21:53
Lucas`



Profilo Facebook ~ Profilo PokémonMillennium
Ruoli: Scrittore, Admin Sito, Admin Facebook, Admin Wiki

Sito web: pokemonmillennium.progaming.it/forum/user/5438-lucas/

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.